Stipendi tracciabili per i dipendenti anche per il non profit?

Pubblicato il 15/06/18 in tornaconto&c. risponde, Volontari e personale

Gianpietro:

Ho letto che da luglio non sarà più possibile pagare stipendi in contanti. Vale anche per le associazioni culturali?

 

Tornaconto&c. risponde:

La legge di bilancio 2018  (L.205/2017)  ha introdotto l’obbligo di pagare gli stipendi in maniera tracciata dal 1° luglio 2018.

Il divieto riguarda coloro che hanno un contratto di lavoro:

  • subordinato a tempo indeterminato/determinato, a tempo pieno/part-time;
  • apprendistato;
  • flessibile;
  • lavoratori soci di cooperative con contratti subordinati.

La regola è valida anche per il mondo non profit, quindi anche per le associazioni culturali che hanno dipendenti o collaboratori coordinati e continuativi.

I metodi tracciabili elencati nella norma sono:

  • bonifico sul conto corrente del lavoratore;
  • strumenti di versamento elettronici;
  • pagamento in contanti presso lo sportello bancario o postale in cui il datore ha un conto corrente di tesoreria aperto con mandato di pagamento;
  • assegno da consegnare al dipendente o a un suo delegato, in caso d’impedimento.

Le eccezioni alla norma sono:

  • i dipendenti della Pubblica Amministrazione;
  • i lavoratori domestici (colf, badanti e baby sitter);
  • i tirocini;
  • le prestazioni occasionali;
  • le borse di studio.

Vuoi farci anche tu una domanda?  Scrivici.

I commenti sono chiusi