Dobbiamo inviare i corrispettivi telematici?

Claudia:

La nostra associazione culturale applica il regime IVA forfettario (L.398/1991). Non riusciamo a capire se dal 01/01/2020 siamo obbligati ad inviare i corrispettivi telematici.

 

Tornaconto&c. risponde:

La confusione è comprensibile perché il  Decreto Ministeriale del 10/05/2019  sanciva l’esonero per gli enti in regime IVA L.398/1991.

Ma tale esonero era provvisorio, ossia fino al 31/12/2019.

Quindi dal 1° gennaio 2020 anche questi enti avrebbero dovuto inviare i corrispettivi telematici.

Ma il Decreto Ministeriale del 24/12/2019, pubblicato in  Gazzetta Ufficiale  il 31/12/2019, ha disposto che “in fase di prima applicazione” l’obbligo di memorizzazione elettronica e di trasmissione telematica dei corrispettivi non si applica alle operazioni effettuate dagli enti non lucrativi in regime L.398/1991.

In parole povere: è tutto sospeso fino a data da stabilire.

Di conseguenza rimane, almeno per ora, l’esonero ad inviare i corrispettivi telematici per gli enti in regime L.398/1991.

Vuoi farci anche tu una domanda?  Scrivici.