Nuovi contributi a fondo perduto per gli enti sportivi dilettantistici

Il Dipartimento dello sport ha stanziato nuovi contributi a fondo perduto per gli enti sportivi dilettantistici.

L’obiettivo del Dipartimento è aiutare le associazioni e società sportive dilettantistiche ad affrontare la crisi economica dovuta alla pandemia da COVID-19.

In questo articolo spiegheremo nel dettaglio:

  • quali enti possono richiedere i nuovi contributi a fondo perduto;
  • come presentare la domanda;
  • qual è importo dei nuovi contributi;
  • le condizioni richieste per le due sessioni di erogazione;
  • le modalità di erogazione.

Inoltre, in fondo all’articolo ci sono i riferimenti per eventuali richieste di informazioni o assistenza.

 

Quali enti possono richiedere i nuovi contributi a fondo perduto?

I nuovi contributi sono destinati agli enti sportivi dilettantistici (ASD o SSD) che, in via generale, non hanno già beneficiato dei precedenti contributi erogati dal Dipartimento per lo Sport nel corso delle procedure di evidenza pubblica nell’anno 2020.

Inoltre l’ente deve essere:

  1. iscritto al Registro CONI/CIP alla data del 23/05/2021;
  2. affiliato alla data del 23/05/2021 ad un organismo sportivo riconosciuto dal CONI (Federazione Sportiva Nazionale, Disciplina Sportiva Associata, Ente di Promozione Sportiva);
  3. in possesso dei requisiti specifici richiesti dalla singola sessione di partecipazione per la quale decide di presentare domanda (vedi capitoli successivi).

 

Come presentare la domanda

Le modalità per la presentazione della domanda sono previste  nell’avviso  pubblicato dal Dipartimento.

La presentazione dovrà avvenire esclusivamente attraverso l’utilizzo di una piattaforma web appositamente realizzata dal Dipartimento per lo Sport e raggiungibile all’indirizzo  www.sport.governo.it

L’istanza dovrà essere presentata dal rappresentante legale della ASD/SSD, del quale dovrà essere allegata copia di un documento d’identità in corso di validità.

Il contributo a fondo perduto verrà erogato in base allo svolgimento di due diverse sessioni di partecipazione:

  • sessione canoni di locazione e canoni concessori (dalle ore 16:00 del giorno 22/11/2021 alle ore 16:00 del giorno 30/11/2021);
  • sessione contributi forfettari (dalle ore 16:00 del giorno 01/12/2021 alle ore 16:00 del giorno 10/12/2021.

 

Condizioni per la sessione canoni di locazione e canoni concessori

Nel corso della compilazione del modulo per la presentazione della domanda online, l’ente sportivo dilettantistico richiedente dovrà dichiarare sotto la propria responsabilità in forma di autocertificazione, di essere in possesso dei seguenti requisiti obbligatori:

  1. essere titolare di uno o più contratti di locazione ad uso non abitativo intestati esclusivamente all’associazione/società, aventi ad oggetto unità immobiliari site nel territorio italiano e correttamente identificate al NCEU, regolarmente registrati presso l’Agenzia delle Entrate; oppure essere titolari di uno o più contratti di concessione onerosa intestati esclusivamente all’ASD/SSD e regolarmente registrati presso l’Agenzia delle Entrate, di impianti pubblici sportivi o di aree demaniali siti nel territorio italiano;
  2. non avere già beneficiato dei contributi a fondo perduto per i canoni di locazione erogati dal Dipartimento per lo Sport nelle annualità 2020 e 2021;
  3. svolgere all’interno dell’immobile, per il quale si chiede il contributo, una delle attività sportive riconosciute dal CONI o dal CIP;
  4. essere in regola con le autorizzazioni amministrative e sanitarie per lo svolgimento delle attività sportive dilettantistiche richieste dal Comune ove ha sede l’impianto oggetto della domanda;
  5. utilizzare prevalentemente per lo svolgimento delle attività sportive gli spazi degli immobili per i quali si fa istanza di accesso al beneficio;
  6. per i rapporti contrattuali già in vigore antecedentemente alla data del 01/01/2020, essere in regola con il pagamento del canone di locazione/canone concessorio fino al 31/12/2019.

Infine la ASD/SSD dovrà comunicare anche i dati del contratto.

 

Condizioni per la sessione contributi forfettari

Nel corso della compilazione del modulo per la presentazione della domanda online, il rappresentante legale dovrà certificare che l’ASD/SSD è in possesso dei seguenti requisiti obbligatori:

  1. non essere titolare di uno o più contratti di locazione commerciale ad uso non abitativo, o di concessione onerosa di impianto pubblico sportivo o di area demaniale;
  2. non avere beneficiato dei contributi a fondo perduto previsti dal decreto dell’11/06/2020 del Dipartimento per lo Sport, o dal Decreto del Capo Dipartimento per lo sport del 09/11/2020, o dall’Avviso del Capo Dipartimento per lo sport del 18/11/2020;
  3. essere in regola con le autorizzazioni amministrative e sanitarie richieste dal Comune di appartenenza per lo svolgimento delle attività sportive dichiarate;
  4. avere almeno 20 tesserati alla data del 15/10/2021;
  5. avere almeno un istruttore in possesso di laurea in scienze motorie o di diploma ISEF o, in alternativa, in possesso della qualifica di tecnico/istruttore rilasciata dal CONI e/o dal CIP o dagli organismi affilianti riconosciuti dal CONI e/o dal CIP a cui aderisce la ASD/SSD.

Inoltre la ASD/SSD dovrà allegare, a pena di esclusione, la dichiarazione rilasciata dall’organismo sportivo nazionale a cui è affiliata, attestante il numero di tesserati alla data del 15/10/2021.

 

L’importo dei nuovi contributi a fondo perduto

Il plafond a disposizione ammonta a 50 milioni di euro e verrà corrisposto seguendo i seguenti criteri:

  • per la prima sessione > un importo pari ad un canone mensile di locazione;
  • per la seconda sessione > 800 euro ad ogni associazione o società sportiva dilettantistica.

Qualora l’ammontare delle richieste pervenute dovesse superare o non raggiungere il totale delle risorse disponibili, il Dipartimento per lo Sport potrà rimodulare gli importi in base alle disponibilità finanziarie.

 

Modalità di erogazione del contributo

Per ricevere il contributo a fondo perduto la ASD/SSD dovrà comunicare il proprio IBAN.

Attenzione: il conto corrente comunicato dovrà essere intestato esclusivamente all’ente sportivo dilettantistico.

 

Informazioni e/o assistenza

Per eventuali richieste di assistenza tecnica è possibile scrivere all’indirizzo email domande2021@sportgov.it

Per ottenere un intervento esauriente è necessario indicare nel corpo dell’email il codice fiscale della ASD/SSD che richiede assistenza.

Ulteriori informazioni sono riportate nella  sezione dedicata alle FAQ  del sito del Dipartimento per lo Sport.

Vuoi maggiori informazioni su questo argomento? Vuoi sottoporci un caso specifico?  Scrivici.