Possiamo vendere online magliette e gadget?

Guido:

Possiamo vendere online le magliette ed i gadget della nostra associazione sportiva dilettantistica?

Gentilmente vorrei sapere anche come devo gestire la cosa dal punto di vista amministrativo (sono il tesoriere dell’associazione).

 

Tornaconto&c. risponde:

Cominciamo col dire che la vendita di beni nuovi prodotti per la vendita è sempre considerata attività commerciale.

Bisognerà quindi che l’associazione abbia partita IVA, che emetta fattura – se dovuta o richiesta – e che dichiari i corrispettivi incassati al fisco.

Attenzione perché potreste anche essere obbligati ad emettere fattura elettronica.

In questo  articolo  abbiamo elencato quali enti sono esonerati dalla fatturazione elettronica.

Entrando nello specifico: vendere online magliette e gadget è possibile, ma le regole cambiano in base a come viene gestita l’attività stessa e al tipo di acquirente.

Elencarle tutte sarebbe complicato perché le variabili sono molte.

Le rispondiamo quindi basandoci sul caso più frequente tra gli enti non profit.

Se la transazione avviene online, ma la consegna del bene avviene con modalità tradizionale (per esempio con un corriere), l’operazione dal punto di vista fiscale è considerata “cessione di beni” e, nel caso di beni materiali ceduti a soggetti privati residenti nella UE, è assimilata alle vendite per corrispondenza.

Vuoi farci anche tu una domanda?  Scrivici.