Come dobbiamo gestire il Welfare aziendale?

Beatrice:

Alcuni soci della nostra associazione sportiva dilettantistica fanno pagare i corsi di yoga alla loro azienda, tramite programmi di Welfare aziendale. Come dobbiamo gestire questi incassi?

 

Tornaconto&c. risponde:

Con il termine welfare aziendale si intendono le politiche e i programmi di welfare che un’azienda offre ai suoi dipendenti per accrescere il benessere loro e dei loro familiari.

Sempre più spesso accade che le aziende includano nel programma di welfare aziendale corsi di attività motoria, istruzione dei figli, teatri, cinema, ecc.

Per quanto riguarda la gestione amministrativa e fiscale del welfare aziendale da parte delle organizzazioni non profit, diciamo subito che è bene che tutti i corsisti siano soci, quindi bravi che chiedete loro di tesserarsi.

Dal punto di vista amministrativo e fiscale se l’azienda accetta una ricevuta intestata all’associato, il cui pagamento avviene in nome e per conto, l’operazione è di natura istituzionale.

Se invece l’azienda richiede una fattura o una ricevuta fiscale intestata direttamente a sé, l’operazione è di natura commerciale.

Di conseguenza dovrete dotarvi di partita IVA e assumervi tutti gli oneri che questo comporta.

Vuoi farci anche tu una domanda?  Scrivici.

 

Condividi su :

Articoli recenti

Iscriviti alla nostra newsletter

È comoda, gratuita e ti arriva ogni 15 giorni.
Di sabato, così puoi leggerla con calma quando vuoi.